In merito alla vicenda di Giulia Cecchettin, lo strano padre, la sorella con la felpa satanista su Rete 4 e la nonna che vende il libro col cadavere della nipote ancora in obitorio, mi sembra di vedere un certo pattern che si ripete:

  • Accade un qualche fatto.
  • Alcuni, circa il 5% della popolazione, osserva qualcosa di strano e un po’ architettato.
  • Il restante 95% attacca con la massima violenza quel 5%.
  • Dopo qualche giorno aumentano gli indizi che qualcosa non torna.
  • Quel 95% piano piano comincia a capire qualcosa ma tace per non passare (ulteriormente) da stupido.
  • E finisce con l’odiare, sempre con la massima violenza, quel 5% che aveva capito molto prima di loro.

Vi ricorda qualcosa?