Premi "Invio" per passare al contenuto

Wayland e nvidia

In un post recente parlavo della mia esperienza con Fedora 36. A distanza di pochi giorni confermo tutto quello che ho scritto ribadendo l’alta sensazione di solidità che questa distro trasmette. Vorrei solo aggiungere un appunto e vorrei farlo in questo post separato proprio perché lo reputo importante.

L’integrazione di Wayland con i driver nvidia ha fatto passi da gigante negli ultimi mesi. Il sistema funziona molto bene con pochissimi glitch (emacs è uno di questi) e tentennamenti. Ma la sospensione – o sleep – del sistema non funziona. Il computer rimane acceso in full power ed è difficoltoso il wake up. Al rientro non funzionano i dispositivi bluetooth e i glitch aumentano.

Ecco, questo purtroppo è talmente grave da rendere difficile l’utilizzo di Wayland con nvidia, infatti ho provveduto ad un ritorno (spero temporaneo) a Gnome su Xorg. Si rinuncia a un po’ di fluidità generale della UI e all’idea di utilizzare un sistema di rendering grafico moderno. Ma le funzioni di suspend sono troppo importanti per poter chiudere un occhio, quindi volevo solo sottolineare questo aspetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.